[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

* Capunet (Era: La storia del cavolo infinito ovvero never ending cavolo)



Addi' Wed, 15 Nov 2000 18:07:36 GMT, "Benedetta" <beneamma@libero.it>
scrisse:

>Nel frattempo ho un altro quesito: mi è rimasto ancora circa 1 chilo di
>cavolo ed io che cavolo ci faccio?????

Per esempio Capunet, con l'accento sulla e. Sono degli involtini che
si fanno in piemonte, molto semplici.
Prendi delle foglie, togli la costa dura e sbollentale pochi secondi.
Mettile stese su un panno ad asciugare. Farciscile con un ripieno di
carne tipo quello da polpette - carne trita, salsiccia, un uovo,
mollica di pane bagnata nel latte e strizzata, prezzemolo, sale e
pepe.
Arrotola le foglie su loro stesse e fermale con uno stuzzicadenti. In
realta' se ripieghi all'interno le estremita' dell'involtino lo
stuzzicadenti non e' necessario.
Falli stufare in casseruola con burro e 1 dito d'acqua, coperti,
girandoli di frequente, finche' l'acqua non sara' consumata e avranno
preso un bel colorito caramellato.
Di non facile digestione, pero' buonissimi anche da freddi.