[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Giorno della Memoria + gnam



"francesco del greco" <francesco@unirelsistemi.it> ha scritto nel messaggio
>
> domani e' il 27, giornata dedicata alla memoria dell'olocausto grazie ad
> una legge dello scorso anno.

Ce ne hanno messo di tempo! Ma ammettere le colpe di una generazione intera
non eè mai facile e poi in giro c'è di nuovo casino...

>
> potremmo quindi dal canto nostro celebrare gastronomicamente la giornata
> inviando ricette della cucina ebraica, no?

Hai ragione.
Io non ho ricette di prima mano non essendo ebrea e non conoscendo ebrei. Ma
posso scrivere una ricetta livornese d'origine ebraica.
Come saprete Livorno è una delle città italiane in cui la comunità ebraica
er apiù numerosa e certi cibi sono rimasti tradizionali.

ORECCHIE D'AMMAN

Sono una specie di cenci dalla forma rotonda. Il nome deriva dal favorito
del re persiano Assuero, Amman, il quale aveva suggerito al re di sterminare
gli ebrei. Fortunatamente l'operazione non riuscì e Amman finì sulla forca.
Gli ebrei trovarono il modo di insultare Amman continuando a "mangiargli" le
orecchie.

400 g farina
100 g zucchero
4 uova
50 g olio
vaniglia
1 buccia di limone grattata

Impastare la farina con le uova, lo zucchero e l'olio (o il burro a
temperatura ambiente, fate vobis), buccia di limone.
Aggiungere un goccio di cognac. Con un bicchiere o uno stampino tagliare la
pasta stesa col matterello (alta 3-4 mm). Buttare nell'olio bollente e
appena sono colorite zuccherare con zucchero mescolato a vaniglia.
Si servono con l'aleatico dell'elba ma va bene pure il vin santo.

Posso consigliare anche un libro? Si?
Di Trudi Birger, Ho sognato la cioccolata per anni, edizioni Piemme Pocket,
12.000 lire.

E' la storia di Trudi, allora 12 enne che si batte per riuscire a vivere con
la sua mamma, unica sopravvissuta della sua famiglia (poi scopre che è
sopravvissuto anche il fratello).
Chi ha avuto un parente che è stato in un lager non potrà non pensare a lui,
almeno in questo giorno. L'odio è stupido, forse dovremmo pensare più spesso
a quello che è successo pochi decenni fa.

--
Ciao da Benedetta :)
Su dieci persone che parlano di noi, nove ne dicono male, e spesso la sola
persona che ne dice bene lo dice male.
                               Antoine de Rivarol