[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Quello che i Vati non dicono...



....e fu cosi' che il Gillo s'imbarco' nella sua prima marmellata.

LE ARANCE AMARE.
Me le ha procurate una mia collega, vengono dall'albero di sua suocera
a
Pisa.
Preso dalla curiosita' ne assaggio una : immangiabile, aspra come un
limone
e piu' amara di un pompelmo... cominciamo bene ! :-///

L'OPERA
Con la buccia e tutto sono circa 8 Kg., decido di marmellarne prima
una
meta', per vedere come va: mi stampo la ricetta di PMF e comincio la
certosina opera di pelatura e riduzione a julienne delle scorze.

Dopo i canonici 3 giorni di riposo in acqua fredda e lo sbucciamento
dal
bianco mi ritrovo che i 4 Kg originari sono diventati  1,6 , scorzette
comprese.
Considerato quanto erano amare propendo per un rapporto
zucchero/frutta di
0,75/1 , che corrisponde a 1,2 Kg di zucchero.

Passato il primo scoglio non senza dubbi (verra' dolce ? verra' amara
? ma
soprattutto : verra' ?) ecco l'altro problema : L'ACQUA !!!
Ce ne vuole ? e quanta ? opto per un paio di litri, come da altra
ricetta
postata ai tempi di quella del Vate delle Marmellate :-).

Seguendo il procedimento mi ritrovo, alla fine, che la marmellata,
prima di
divenire tale, e' stata sul fuoco per circa 2 ore e mezzo, di cui una
mezzoretta buona a fuoco bassissimo per togliere i semi galleggianti
(una
barca) senza farsi ustionare dal vapore.

Risultato : 6 vasetti di quelli da marmellata Coop.
La consistenza e' sul patocco andante (molto densa), il colore e'
scurino e
il sapore molto buono (forse troppo dolce).

Una settimana dopo e' scattata la marmellazione della rimanente meta'
delle
arance, applicando i dovuti correttivi : meno acqua (neanche coprire
la
polpa), meno zucchero (500 g per Kg, + 100 g sulle scorzette in frigo)
meno
cottura, sia perche' c'era meno acqua, sia perche' PMF, nel frattempo,
mi ha
consigliato di tenerla un po' liquidina, che poi si rapprende lo
stesso.

Risultato decisamente eccezionale : il colore e' piu' chiaro e il
sapore
piu' asprigno, per gli 8 vasetti da 200 g ottenuti.

CONCLUSIONI :
1) C'era bisogno di dirlo ? La prova del fornello e' sempre la piu'
valida.
2) Speriamo che la marmellata resista alle fauci della famiglia Gilla
almeno
per i  2 mesi consigliati.
3) A Pisa c'e' anche un albero di limoni grossi come arance: sono in
attesa(yum !!!)
4) Grazie Paolo. Alla prima occasione ti faccio avere un 'sample'.


--
Buon Appetito, a qualsiasi ora ...
Gillo# 1 , da Bologna ( ovviamente la Grassa :-))) )
ilgillo@geocitiesPUNTOcom http://jump.to/BigGillo

got to install microwave ovens, custom kitchen delivery
we gotta move these refrigerators, gotta move these color TV...
(M.Knopfler, Money for nothing)