[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[CQ] - scovazzume di cantina e coniglio offeso




ieri sera: a casa influenzata, il frigo con le ragnatele, quando lo
apro mi risponde l'eco.

vediamo se la cantina e' un po' meno desolante. Scovo:

1 grossa patata con un principio di getti ma di provenienza contadina
DOC
alcune carote del coniglio, DOC pure queste
1 porro
lardo di colonnata
marmellata di lamponi
1 scatola di mangime conigliesco
e basta.

invento su due piedi una 
CREMA DI CAROTE

mondo mezzo porro, lo lavo, lo affetto fine fine e lo faccio
afflosciare in pentola con un po' di EVO pugliese. Nel frattempo lavo
e pelo la patata, pareva peggio!, la affetto fine fine con la
macchinetta e la unisco al porro insieme ad una fettina di dito (porc!
'zzo! 'rtacci!!) ed a mezzo bicchiere di acqua. 

Mentre la patata cuoce tranquilla e il coniglio saltella distratto nel
prato, pelo le carote, 5 bei carotoni succulenti, e affetto piuttosto
fini pure loro. Butto in pentola, aggiungo un po' di brodo granulare
vegetale (SENZA glutammato), faccio stufare il tutto a fuoco basso. 

Aggiungo altra acqua e mi disinteresso della pentola.

Il lardo! con l'affettatrice ricavo diverse fettine sottili sottili
che passo nella padella antiaderente bella calda fino a farle
diventare croccantine. Le tolgo dalla padella e le metto ad asciugare
un attimo su un foglio di scottex.

Quando patate e carote sono ben cotte, cosi' sottili fanno in fretta,
frullo il tutto con san minipimer fino ad ottenere una crema vellutata
dal bel color carota. Scodello la crema nel piatto, dispongo
artisticamente i riccioli di lardo croccanti, un pizzico di timo
dell'orto e un filino (poco mi raccomando) del grasso fuso del lardo
rimasto nella padella ancora tiepida.

Soprendentemente buona, allegra, caldina, consolante. Quei ricciolini
di lardo.. yummm!

Il problema e' stato spiegare al coniglio che era rimasto senza
carote.

e stasera? se gli fo fuori anche il mangime mi toglie il saluto!
-- 
**************************************************
            dalla periferia dell'impero
                    francesca b.
                      bolzano
**************************************************
rimuovi il gatto per rispondere via e-mail