[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[GANM] Ziti "alla terrona"



Visto che si parlava di ziti, questa è la ricetta degli ziti
al forno come mia nonna l'ha imparata dalla signora Melillo.
La chiamiamo "pasta alla terrona", ma dovremmo chiamarla
"pasta alla terrona rivista da un'emiliana" perché la nonna
Lina si prende alcune libertà.

Ziti (500 gr, è l'unica dose precisa che ho, il resto degli
ingredienti li fate a occhio, che bastino a condire la
pasta).
Pomodori freschi se è stagione, altrimenti pelati ma viene
meno buona.
Pane grattugiato
Parmigiano grattugiato (ci andrebbe il pecorino o un misto,
ma l'avevo detto che la nonna si prende delle libertà)
Basilico
Erborino... volevo dire prezzemolo
Aglio
Olio Evo (magari pugliese...)
E dovrebbe essere tutto

A questo punto dovete fare alcune preparazioni preventive.
Mescolate il pane e il formaggio grattugiato con un po' di
aglio, prezzemolo e basilico tritati finemente e mettete da
parte.
Fate una bella salsa con dei bei pomdori maturi (oppure con
i pelati) passati per benino, metteteci dentro uno o due
spicchi d'aglio, qualche foglia di basilico e un cucchiaio
di olio.
Spezzate gli ziti in tre-quattro parti e fateli cuocere
molto al dente (attenzione: spezzando gli ziti saltano via
delle schegge, non buttatele via).
A questo punto condite gli ziti con parte del sugo e una
bella manciatona di trito. Poi prendete una teglia capiente,
ungetene il fondo, se volete spolverizzatela un po' con un
tot di trito. fate un primo strato di ziti (la metà),
condite con metà del sugo rimasto e con metà del trito
rimasto. Smuovete con la forchetta per fare scendere il
condimento, poi ripetete a consumate tutti gli ingredienti.
Un filo d'olio sopra e in forno.
Variante: Fate più trito. Prendete tre-quattro pomodori
perini ben maturi, tagliateli in due per il lungo,
svuotateli e fategli fare l'acqua spolverizzandoli di sale
fino e mettendoli a scolare per un po'. Poi riempiteli del
trito, lasciando una fossetta in mezzo (si fa col dito,
ovviamente). Disponeteli sopra la pasta e, mirando alla
fossetta, aggiungete un po' d'olio.

Alice Twain
-- 
Yo no voy a renunciar. Colocado en un transito historico,
pagaré con mi vida la lealtad del pueblo. […] no se detienen
los procesos sociales ni con el crimen ni con la fuerza.
La historia es nuestra y la hacen los pueblos.
          Salvador Allende, 11/9/1973