[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

GNAM: Pain bagnat (Provenza/Costa Azzurra)



Mi ricordo una foto di Brigitte Bardot seduta ad un tavolino di un
dehor di Saint Tropez (memorabilia anni 60) mentre sta attaccando,
appunto, un bel "pain bagnat" (a Saint Tropez, generazioni intere si
sono nutriti di questo fast food di classe, perlomeno a mezzogiorno
nei chioschi sulle spiaggie)....




Bisogna prendere un pane casareccio tondo ( come un pane di Altamura,
ad esempio). Tagliarlo a metà in orizzontale, in modo da ottenere una
larga "base" su cui disporre gli ingredienti. Se eccessivamente
mollicoso, togliere un poco di mollica oppure infornarlo per qualche
minuto fino a leggera doratura. Strofinare la mollica con aglio,
preparare una vinaigrette con abbondante olio e.v.o, qualche goccia
d'aceto bianco, sale e pepe. Con essa intridere il pane
precedentemente "agliato". Dopodichè coprire con foglie di cuori di
lattuga,cipollino fresco a rondelline, fettine di pomodori cuore di
bue, ventresca di tonno, filetti d'acciuga, olive nere di NIzza
snocciolate (o di Gaeta), capperi sotto sale sciacquati, qualche
sottilissima fettina di cetriolo, foglie di basilico e volendo
(variazione non ortodossa, il formaggio!) mozzarella di bufala a
fettine (nell'originale francese non c'è, anche se iniziano ad
apprezzarla, a Nizza ho visto usare anche la feta, in quantità minima,
comunque). Mettere in frigo per un'ora in un piattone ricoperto da
pellicola, affinchè non assorba odori estranei. 
Da accompagnare ad un buon Cinque Terre d.o.c freddo (il bianco della
zona collinare tra Riomaggiore e Monterosso,  perfetto col Pain
Bagnat).

joaquim