[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

* Gnam* Coniglio Caspar al pesto (era: cosce di coniglio alla pancetta)



"gilas" <echidna@galactica.it> ha scritto nel messaggio
>
> io possiedo due furetti,animali come si sa insuperabili nella caccia del
> coniglio in tana,ci manca solo l'esperto di informatica per rintracciare
> l'indirizzo,tu ci metti le ricette!

Basta precettare l'Alice che ci rintracci la tana, io ci metto le pentole e
tu i furetti....dunque siamo gi in 3....speriamo che sto coniglio sia
cicciottello.....o almeno che viva con qualche parente ! :-)

> (senti maaaa,a parte gli scherzi,com' che
> sarebbe il coniglio al pesto?)

Non  il pesto traditional. Non mi ricordo neppure dove ho trovato la
ricetta ma visto che ha solleticato l'apppetito di diversi ihcini che me
l'hanno richiesta in e-mail la scrivo subito:
CONIGLIO AL PESTO
Ingredienti: 1 coniglio, acciughe, capperi, rosmarino, aglio, salvia, 1
bicchiere di vino bianco,
1 limone, olive verdi, sedano, olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Tritate acciughe, capperi, aglio, rosmarino e salvia e pestateli in un
mortaio;
aggiungete un bicchiere di vino bianco e succo di limone.
Lavate il coniglio e mettetelo a colare per circa due ore.
Sistematelo in padella con dell'olio, il sedano a pezzi grossi,
alcune foglie di salvia, un rametto di rosmarino e qualche spicchio di
aglio.
Fatelo rosolare, togliete gli odori, salate e pepate e lasciate cuocere
a fuoco moderato per circa mezz'ora.
Poco prima di toglierlo dal fuoco aggiungete il "pesto" e le olive verdi.

--
Ciao da Benedetta

Il Diavolo ha reso tali servigi alla Chiesa, che io mi meraviglio com'esso
non sia ancora stato canonizzato per santo.
Carlo Dossi