[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

*GNAM* Pan di ramerino per Gennarino



Ciao!
Ecco la ricetta per Gennarino (mi ricordi tanto Amelia la strega ^____^)

*PAN DI RAMERINO*

Era tradizione preparare il pan di ramerino il giovedì santo e si mangiava
durante la settimana santa (a meno così sta scritto sui libri.....in realtà
se lo preparavano il giovedì avevano solo 3 giorni di tempo e poi finiva la
settimana! :-))
Insomma fatto sta che veniva preparato di giovedì e venduto davanti alle
chiese con la simbolica croce incisa prima di metterlo a cuocere.
Adesso si trova tutto l'anno nelle panetterie ed a me piace prepararmelo
quando più mi aggrada, ma io sono miscredente...

500 g farina
25 g lievito
50 g zucchero
50 g olio EVO
200 g zibibbo o sultanina
rosmarino
sale

Si prepara la pasta come per fare il pane con la farina ed il lievito
sciolto in un po' d'acqua, poi si mette a lievitare la pasta *almeno* un
paio d'ore. Fate conto che il volume deve raddoppiare. Io veramente adotto
lo stratagemma della pentola calda rovesciata, cioè metto la pasta sulla
madia con il taglio a croce e poi la copro con una pentola di ferro in cui
ho fatto bollire 2 dita d'acqua.
Quando avrete il giusto volume di pasta prendete l'olio e lo mettete a
scaldare con le foglie di rosmarino, poi levate queste ultime ed aggiungete
l'olio e lo zucchero all'impasto.
Lo lavorate ben benino che deve diventare bello elastico e poi ci aggiungete
lo zibibbo e poche foglie fresche di rosmarino.
A questo punto fate dei panini grandi quanto una mano e li mettete a
lievitare nella teglia di cottura coperti con un panno.Passata un'oretta li
incidete a croce e li spennellate d'olio (io preferisco olio e acqua perchè
asciugano meno). Aspettate ancora 10 minuti e poi infornate a 220°C finchè
non sono belli dorati.

Ciao :-)

Benedetta che ha preparato la torta della nonna