[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Tiella di riso, patate e cozze ( Era: Re: Creme Fraiche)





"Andrea"

> > TIELLA( che in Campania sta per tegame di coccio... terroni,
> > confermate o smentite?) di riso patate e cozze, direi.
>
> magari e' lo stesso piatto.. hai la ricetta?

Ies. Non e' mia, pero'. Per le referenze sulla bonta' o meno di tale
preparazione, rivolgersi alla colonna romana... io, mai la
provai!!!:-))

Cozze 1 chilogrammo
Pomodorini 0,5 chilogrammo
Patate 0,5 chilogrammo
Riso 300 grammi
Cipolle rosse 2
Pecorino grattugiato
Prezzemolo
Olio extra vergine
Aglio
Sale, pepe

Lavate e cuocete le cozze in casseruola senza nulla coprendo con il
coperchio.
Staccate le valve vuote e mettete da parte il tutto, compreso il
liquido.

Scaldate bene il forno, tritate finissimi prezzemolo e aglio,
spezzettate i pomodorini in tre-quattro pezzi e sbucciate e
affettate
finemente le cipolle e le patate (le patate devono venire,
possibilmente a fette rotondeggianti e  fini).

Prendete una bella tiella (teglia rotonda a bordi alti) e sistemate
sul fondo la metÓ delle cipolle, del prezzemolo, dell'aglio e dei
pomodorini.  Condite con olio, sale, pepe e pecorino. Questa
operazione (il condire) Ŕ da ripetere dopo l'aggiunta di ogni strato
successivo.
Quindi sovrapponete uno strato compatto di patate (circa la metÓ),
sovrapponendo leggermente le fette e condite.
Distribuite sulle patate il riso, lavato sotto l'acqua fredda e
condite.
Mettete sopra le cozze e il loro liquido filtrato e condite.
Aggiungete  il resto delle cipolle, aglio, prezzemolo e pomodorini,
condite e coprite il tutto col resto delle patate, condendo sempre.
Agginugete circa 3/4 di litro d'acqua fredda e coprite con un
coperchio o con l'alluminio, indi mettete in forno per circa 50
min. -
un'ora.
Durante la cottura, se occorre aggiungete acqua (ma non dovrebbe
servire) e circa un quarto d'ora prima di togliere dal forno
togliete
la copertura per permettere alla superficie di coloririsi un po'.

Si serve calda o tiepida, con un vino bianco ma saporito.
Giovanni De Merulis