[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Help



On Fri, 25 Jan 2002 15:47:00 +0100, Giovanni Albertone
<g.albertone@gmx.com> wrote:

>On 25 Jan 2002 14:41:01 GMT, Alice Twain <alicetwain@softhome.net>
>wrote:
>
>>Io le faccio cosė: le metto nel pentolino dell'acqua 
>>fredda, metto il pentolino sul fuoco e quando comincia a bollire 
>>le trovo pronte
>
>Gnela fanno, ti stai arrampicando sugli specchi :-)
>Ci vuole qualche minuto di piu' o il tuorlo rimane liquido

Evvabbuo'...mi tocca intervenire...:-) Lo avevo spiegato molto tempo
fa ma voi siete scordarelli :-))

L'uovo sodo che non puzzi d'inferno ( anidride solforosa)  richiede
molto piu' tempo. Lo zolfo ed il ferro alla temperatura di 100 gradi
si combinano in solfuro di ferro che e' pure velenoso. 
L'albume si assoda a 40°. 
Ora mettiamo le uova in acqua fredda come fa Alice, che l'acqua sia
abbondante e copra le uova di 3~4 cm. mettiamo sul fuoco a calore
**moderato** ed al **primissimo segno di bollore** togliamo il
pentolino dal fuoco, incoperchiamo e lasciamo raffreddare l'acqua.
Queste sono uova sode che non ci avvelenano anche se prendono piu'
tempo. Uova cosi' rassodate possono essere mangiate anche dai malati
di fegato.



-- 
Gianmaria,
Perugia rurale, 450mt. s.l.m