[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[GNAM] Pasta frolla per Diego




Uso privato di pubblico enneggi'.  Accattati la ricetta e le istruzioni
relative alla lavorazione e ai dosaggi.  Naturalmente che nons ia farina
del mio sacco si nota benissimo: non c'e' la colonna sonora... :)

Pasta Frolla  *

INGREDIENTI (dose per 4-6 persone)
300 gr	farina bianca
150 gr	burro
150 gr	zucchero
1 uovo (o 2 tuorli)
1 pizzico di vaniglina o scorza di limone grattugiata
1 	pizzico di sale

La farina deve essere di tipo 0, povera di glutine
Il burro (preferibile alla margarina) deve essere a temperatura ambiente
a pezzetti
Che sia semolato

LAVORAZIONE
-mettere la farina sulla spianatoia facendo la conca. Al centro le uova,
intorno il burro morbido a pezzetti; impastare in fretta CON LA PUNTA
DELLE DITA la farina col burro, poi amalgamare il tutto con le uova fino
ad ottenere un impasto omogeneo.  
A questo punto aggiungere zucchero e aromi, e per non scaldare la pasta
proseguite la lavorazione con la lama di un coltello
Impastare velocemente, un 7-8 minuti al massimo, l'impasto fino a
renderlo omogeneo.
Avvolgere la pasta in pellicola e farla riposare al fresco per mezz'ora.
Stenderla alta  cm in una tortiera imburrata e infarinata, e
punzecchiarla con la forchetta.
Coprire con un disco di carta oleata e rimepire di legumi secchi per
evitare che la pasta si alzi in cottura.
Cuocere in forno a 180 per 20-25 minuti, eliminare la carta, e riempire
la "crosta" a piacere.

LE VARIANTI
  Lo zucchero puo' variare, ricordando che e' l'ingrediente che rende la
pasta piu' friabile 
  Si puo' diminuire lievemente la quantita' di burro aggiungendo un
pizzico di lievito in polvere
  Per non scaldare il burro lavorare rapidamente con le mani fredde
  Fare riposare SEMPRE la pasta prima di stenderla, al fine di
risolidificare il burro
  Non spolverate di eccessiva farina la spianatoia, per non alterare la
proporzione degli ingredienti
  Se durante la lavorazione la pasta tendesse a sfaldarsi, reimpastarla
con un poco di acqua fredda o di albume
  Togliere la pasta dal forno dorata ma ancora morbida: si asciughera'
raffreddando
  

* La ricetta e' tolta da un articolo pubblicato qualche anno fa su "la
cucina italiana", I guess, o comunque una rivista di cucina.  Per
risparmiare tempo, chi ritenesse di vantare legittimi diritti di
copirait scriva direttamente alla mia casella, senza rompere i coglioni
sul newsgroup o ai provaider circa la natura di usenette, la diffusione
di internette, e amenita' del genere: SONO e RIMANGO l'unico
responsabile di quanto ho scritto



Paolo