[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Canederli



Il giorno Mon, 11 Feb 2002 18:51:21 -0000, "Silvana Belleri"
<bellerisilvana@lumetel.it> ha scritto:

>Sabato sera ho fatto i canederli. Pessimi. Mi sono venuti "gnucchi", insomma
>duri e asciutti, cosa ho sbagliato?

cerchiamo di capire :)

>Questa è la ricetta che ho usato:
>250 gr di pane duro (io ho usato il pane grattuggiato)

gia' qui ci vedo un errore: bisogna usare pane raffermo, non duro,
tagliato a dadini, non grattugiato.

>100 gr di speck

piu' *poveri* sono i canederli, piu' gnucchi, duri, asciutti
diventano. La mia zia Picci, che fa canederli per 5 figli da un bel
po' di anni, mette, per farti un'idea, una salsiccia una (che, a dirla
tutta, preferisco allo speck), bella grandina, per ogni michetta di
pane raffermo. Lei esagera ma in caso contrario i figli le dicono che
ha fatto i *panederli* invece che i canederli :D
Insomma, non aver paura a metter dentro un bel po' di roba. 

>3 uova

io direi un uovo per ogni etto di pane. vedi tu.. :)

>2 bicchieri di latte caldo

1 bicchiere dovrebbe essere sufficiente

>1 cipolla imbiondita in poco burro
>1 cucchiaio di farina

ecco, vedi, la farina non e' necessaria sempre. Servirebbe per tenere
insieme i canederli che non si sfacciano nella cottura. E dipende dal
pane usato, dalle uova.. barbatrucco: fo un minicanederlo di prova e
lo butto a bollire. se tiene non metto farina. se non tiene la farina
la aggiungo. L'impasto deve essere morbido e bello umido, sulle mani
si appiccica in modo vagamente colloso.. anche qui come fo a spiegarti
senza farti vedere? :)

>prezzemolo tritato
>sale e pepe
>
>ho salta lo speck tagliato a pezzi piccini con la cipolla e ho impastato
>tutto quanto in palline, 

Prima di fare le palline, lascia riposare l'impasto una mezz'oretta.
E poi, palline come? grandi quanto? sarebbero piu' palle che palline.
Come un piccolo arancio, una pallina da tennis.. comunque va a gusto.
Piu' sono grandi piu' ci mettono a cuocere e piu' rischi che non siano
ben cotte all'interno. Ah, non farle troppo dure, non premere troppo,
orpo non so come spiegarmi: troppo molli si sfanno, troppo dure
diventano pietre!

>che ho cotto in acqua salata fino a che non sono
>venute a galla, 

e se le cuocessi in brodo? i canederli trentini classici vengono cotti
in buon brodo e serviti in brodo spolverati di erba cipollina.

Poi c'e' la variante asciutta, ma in tal caso non devi 

>le ho passate nel burro fuso prima di servirle... 

le devi cospargere di grana grattugiato e versare il burro schiumante
sui canederli nel piatto, non ripassarli in padella nel burro fuso.

>temo
>che i canederli saranno una di quelle cose  che nonfarò mai più :o(

ritenta, dai, non cedere al primo tentativo.

ci sono un sacco di varieta' di canederli, con gli spinaci, i
canederli piccoli ai formaggi (al posto dello speck formaggi vari
fondenti, con il gorgonzola sono da svenimento), canederli ai funghi e
quant'altro ti venga in mente di mettere nell'impasto. A volte sono la
salvezza per ripulire il frigo :) Ne ho assaggiata una versione al
pesce (mah!)

Ci sono quelli dolci, con una prugna o un'albicocca nel centro..

spero di esserti stata utile


-- 
**************************************************
            dalla periferia dell'impero
                    francesca b.
                      bolzano
**************************************************
rimuovi il gatto per rispondere via e-mail