[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

RIC: Carpaccio di polpo (un vecchio thread) **



Anni or sono quando ero ancora una pulzella culinariamente ingenua
postai una ricetta che avevo visto fare a mio zio, visto che non mi
semrava assomigliare a nessuna fra quelle postate.
Il titolo era "polpo dello zio" e fu cambiato in "polpo tondo"  da qui
ne usci' un thread piuttosto lungo in cui la questione fu abbastanza
vilipesa. Infatti la sostanza era, lessare il polpo e stiparlo dento
un contenitore che poteva essere una bottiglia di plastica tagliata o
un involucro di quelli di metallo da whisky ... che avesse due
aperture e con un peso sopra... e lasciato li' almeno una notte (in
frigo) ... la polemica che ne segui' fu: se fosse giusto o meno
cambiare la forma del polpo, come se fosse irrispettoso nei suoi
comfronti (aldo, ricordi ??)  ... io me ne stetti zitta buona buona
perche' ero di parecchio conscia della mia ignoranza (crassa..;-)
culinaria, e dentro di me pensavo: ma non e' questo il punto, il polpo
viene buonissimo!!!. Bene adesso ho acquistato piu' sicurezza (o
presunzione, vedete voi... rischi che si corrono a farmi da maestri
;-) bene ieri ho rifatto il tutto modificandolo in carpaccio di polpo,
si' perche' tolta la questione bottiglia, contenitore ecc, che per
altro non avevo e ne' avevo volgia di andare in cantina a recuperare
una lattina da whisky che per altro avrei dovuto iper-pulire.... ho
lessato il  polpo e l'ho avvoltolato stretto stretto (veramente
l'abbiamo fatto in due, si riesce a fare piu' forza)  nella stagnola,
legandolo appunto con lo spago e dandogli una forma a salametto (i
polpi erano due veramente, uno grande e uno piccolo che ho inserito
all'interno), ci si spaciuga un po' perche' il polpo tira fuori tutta
la sua gelatina. Il punto infatti e' questo e non la forma che questo
prende: il polpo contiene una sua gelatina e se lo pressate cosi'
mettendolo poi a riposare e scolare (mi raccomando un piattino
sotto...) quindi quando poi lo sfasciate diventa una specie di terrina
che potrete affettare a fettine sottilissime e vi assicuro che ne
guadagna tantissimo in consistenza e in bellezza !!! le fettine
vengono poi condire come si preferisce, olio e sale o olio sale e
limone, prezzemolo ecc.... io vi assicuro e vi stragiuro e' diventa
qualcosa di raffinato e sublime, e del resto il polpo gia' lo e' di
suo, ma se c'e' una ricetta che rispetta il polpo e' proprio questa.


P.S. sbafato anche dal babbo che bolognese doc. baccala' a parte non
ama il pesce....


ciao
laura in vena di puntualizzazioni

SITO: 
http://www.tekneimmagine.com/bolognalocali/index.html 
Guida ai Locali, Ristoranti e Trattorie, Agriturismi di Bologna e TUTTA LA PROVINCIA 
Con recensioni di chiunque si prenda la briga di spedirmele.