[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il sartu' di riso



I Napoletani non amano il riso... e' considerato un piatto da 
"malati".
Il sartu' di riso fa eccezione: come vedrete, se mi seguirete nella 
preparazione, non e' consigliabile rifilarlo a chi non sia dodato un 
uno stomaco perfettamente funzionante ^__^

Il nome rivela l'influenza francese, deriva infatti da "surtoit", 
"soprattutto" che nel periodo francese indicava la superiorita' dei 
piatti a base di riso, opinione non condivisa dai napoletani allora 
come oggi...^__^

Ingredienti:
Riso di qualita'500 gr.
Ragu' di pomodoro ben condito
parmigiano grattuggiato
Carne tritata 250 gr.
Piselli
Provola 200 gr
Salame 100 gr.
3 uova
2 uova sode

Preparate le polpettine con carne, un uovo, parmiggiano e pane 
ammollato nel latte, friggetele nell'olio e mettetele a insaporire 
nel sugo di pomodoro per una mezzoretta.
Lessate il riso al dente e conditelo con il sugo, il parmigiano e 2 
uova battute con un pizzico di sale.
Versatene una meta' in uno stampo imburrato e impanato e livellate 
bene, dovete rivestire anche i bordi, creando una scatola.
Aggiungete le polpette, il salame, i piselli passati al burro, le 
uova sode tagliate a spicchi e la provola.
Coprite con l'altra meta' del riso, chiudendo cosi' la scatola, 
spolverate con il pangrattato e aggiungete qualche fiocchetto di 
burro.
Mandate in forno finche' non si sara' formata una crosticina 
croccate, capovolgete sul piatto di portata e servite.

Anticamente si aggiungeva al ripieno anche pancetta e salsiccia 
sbriciolata fatta cuocere nel ragu', oggi non lo fa piu' quasi 
nessuno.... davvero era un attentato ai trigliceridi ^__^