[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

GNAM: Linguine alla Marechiaro



Ho letto dei giudizi non proprio gentili su Napoli, vorrei
dedicare questa ricetta a quella grande città di cui
Marechiaro è l'estrema appendice a Nord Ovest,dopo
Posillipo, la punta estrema che affonda nel Tirreno di fonte
ad Ischia e Nisida, con ville stupende ognuna con accesso al
mare ed un vecchio nucleo/villaggio di pescatori più volte
immortalato dal cinema
( famoso un film con Sofia Loren pescivendola in forma
strepitosa, circa 1958)

per 4/5 persone:

linguine o spaghetti 105 Voiello, mezzo kg.
una scatola di pelati o polpa Cirio
olio e.v.o. delicato 1/2 bicchiere
aglio (3 spicchi interi,spelati, senz'anima verde, da
togliere poi)
origano
peperoncino calabro fortissimo un pizzico
20 gr. di capperi dissalati
una decina di olive nere di Gaeta
2 o 3 filetti di acciughe sotto sale
abbondante prezzemolo
un piccolo trito di melanzana, zucchine e peperone giallo,
precedentemente saltato in padella oleata a fuoco vivissimo
per trenta secondi o poco più

Far rosolare l'aglio nell'olio. Quando imbrunito,toglierlo
ed aggiungere i pelati precedentemente schiacciati in un
piatto fondo con sale ed una punta zucchero, i capperi
dissalati in acqua corrente per un'ora,le olive
snocciolate,il peperoncino e l'origano. Far rosolare per un
tre, quattro minuti poi aggiungere le acciughe, spegnere e
lasciarle disfare nel sughetto bollente, remixando con
cucchiaio di legno.Aggiungere il trito soffritto delle tre
verdure.Remixare ulteriormente.
Cuocere le linguine o gli spaghetti, scolare al dente e
mantecare a fuoco vivo in padella col sugo. Cospargere di
prezzemolo appena tritato. Niet formaggio di alcun tipo.

o' joaquim