[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Pasta frolla e affini: PASTA FROLLA COMUNE



ingredienti:

Farina 250 grammi
Zucchero a velo 100 grammi
Burro 100 grammi
Uova 1

Pasta frolla comune
(Per far prima, vi copio e incollo un mex postato su ihc un po' di anni fa a
firma Kanmuri in cui, mi sembra, il procedimento e' spiegato BENISSIMO! :-)


Premessa:
Innanzitutto l'attrezzatura: e' indispensabile procurarsi una spatola. Ne
esistono in commercio di plastica per uso cucina. Ma forse e' piu' semplice
scendere nella ferramenta sotto casa e comprare una spatola per stuccatori!
Si tratta di un lamierino piatto bluastro di circa 15 x 10 cm senza manici.
Questo attrezzo e' indispensabile perche' la pasta frolla non deve essere
impastata con le mani, senno si scioglie troppo il burro e si sollecita il
glutine della farina e quindi non si ottiene piu' una pasta frolla.


Come procedere:
Porre sul tagliere la farina. Prendere il panetto di burro freddo dal frigo
e, con la spatola tagliarlo a fettine sottili (infarinarle progressivamente
senno' si riappiccicano). Sovrapporre le fette di burro e, sempre con la
spatola, ricavarne dei bastoncini ' a fiammifero'. Tagliando questi ultimi
otterrete dei minuscoli cubetti di burro.
Ora dovete sfregare tra le dita i cubetti con la farina (lo 'sfregamento'
deve avvenire con i polpastrelli. Avete presente il
gesto con cui si indicano i soldi? Dai, quando si sfrega il pollice con un
movimento trasversale che va dal mignolo all'indice...

Quando credete di aver "impastato" tutti i cubetti con la farina,
controllate di non aver lasciato qualche grumo troppo grosso, passandovi
velocemente tra le mani (ora potete utilizzare anche i palmi!) il composto.
Bene. A questo punto fate una fontana bella larga e al centro SETACCIATEVI
lo zucchero a velo. Con lo zucchero fate una seconda fontana (otterrete cosi
' una fontana di farina/burro che contiene una
fontana di zucchero a velo).
Al centro della fontana di zucchero ponete l'uovo il rosso e il pizzico di
sale. Armati di forchetta unite, sbattendo leggermente - tipo frittata - le
uova con il solo zucchero.

Forza, abbiamo quasi terminato.
Riprendete la spatola e con essa gettate il burro e la farina della prima
fontana sopra il mix di zucchero e uova coprendolo completamente. Ora,
importante, non ammassate il tutto, ma 'sgranate, allargate'.  Ossia: Con la
spatola 'aprite' il composto verso l'esterno del tagliere e dove compare il
composto di zucchero e uova gettatevi sopra la farina /burro. A poco a poco
vedrete che il composto comincia a diventare omogeneo. Solo a questo punto
lo ammassate formando un panetto rettangolare. Spostatelo dal centro del
tagliere che e' molto umido. Spolverate con un po' di farina questa zona e
ricollocatevi il panetto. Con la parte piatta della spatola schiacciatelo e
tagliatelo in due parti uguali che poi (sempre con la spatola)
sovrapporrete. Ripetete questa operazione.

Non vi resta che porre il panetto di fronte a voi. Dategli un leggero
colpetto con la mano tesa (perpendicolare al tagliere) cosi' da farlo
rotolare un poco distante. Con la stessa operazione riportatelo alla
posizione di partenza. Il panetto si sara' allungato. Schiacciatelo ai lati,
giratelo di 90 gradi e ripetere il rotolamento (il panetto si
deve infatti impastare con la pressione che riceve dal tagliere). Finito.
Prendete un piatto, infarinatelo e schiacciatevi  sopra (senza troppa
pressione) il panetto ottenuto. Infarinate un poco, coprite con carta
stagnola e riponete in firgo per un minimo di un'ora ed un massimo di 5
giorni. Quest'ultima operazione e' comoda perche' la pasta e' glia' cosi'
parzialmente stesa e quando dovrete foderare la teglia dovrete faticare poco
per stenderla completamente.

Che fatica! Spero che siate riusciti ad arrivare in fondo al messaggio.

NB. Come base per una piccola crostata (6 persone), preparare una pasta fr.
Con 180 gr di farina. Farla riposare in frigo per un paio di ore e stenderla
con il mattarello.

Nota mia: e' migliore preparata il giorno prima. Io non la metto in frigo
(troppo dura da stendere!)ma la lascio sul tagliere infarinato coperta da
una tazza rovesciata.Mi piace con meno zucchero: Il mio rapporto ottimale,
per una base da dolci, e' 3 parti di farina 2 di burro, 1 di zucchero. In
questa ricetta, quindi, io metterei 250 grammi di farina, 125 grammi di
burro, 60 grammi di zucchero. La dose di uovo, poi, e' la parte piu'
delicata: soprattutto se l'uovo non e' piccolissimo, per queste dosi, io
partirei dal SOLO tuorlo e (solo se necessario, aggiungerei l'albume)

Mi sembra di avere detto tutto...! Domani, o quando ho tempo, pasta sablee'
e pasta a foncer). Stat'v bbuoni...!