[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

*canederli ai funghi



Non molto tempo fa si e' parlato di canederli, o knoedel. Poiche' ho sempre
avuto la curiosita' di mangiarli, visto che sabato scorso avevo (piu' o
meno) tutto quello che serviva, ho deciso di provarli. Non so se la ricetta
che ho fatto e che esporro' nelle righe seguenti e' gia' stata postata, nel
caso scusatemi. Ma torniamo a noi.

La versione con lo speck non l'ho fatta per mancanza di un ingrediente
fondamentale (indovinate quale...), per cui mi sono orientato su quella con
i funghi. Poiche' a casa siamo io e mia moglie, le dosi sono per 2 persone.

Ho fatto a pezzettini molto piccoli i funghi porcini secchi di una bustina
(da 20 grammi) ... forse potevo metterne di piu', ma non ne avevo altri. Li
ho messi in acqua e li ho lasciati ammollare a lungo (oltre 2 ore... volevo
assicurarmi che fossero proprio ben ammollati). Al termine li ho tolti
dall'acqua (conservandola e pensando con compassione a quelli che la
buttano) e li ho fatti saltare qualche minuto in un padellino con burro ed
uno spicchio d'aglio tritato (uno spicchio pero' e' decisamente troppo...)

Ho quindi fatto a pezzettini piccoli 150 grammi di pane, l'ho bagnato con un
mezzo bicchiere di latte tiepido, vi ho versato un'uovo sopra ed ho iniziato
a mescolare il tutto. Quando l'uovo si e' ben amalgamato ho aggiunto i
funghi (avevo timore che i funghi caldi facessero rapprendere l'uovo. Visto
lo stato in cui avevo le mani, ho fatto aggiungere a mia moglie un po' di
sale ed un mezzo cucchiaio di farina. Ho mescolato ben bene il tutto, e
quindi l'ho messo a riposare per un quarto d'ora.

Nel frattempo ho preparato un bel po' di brodo (di dado... che ci volete
fare...) e l'ho insaporito con l'acqua filtrata dei funghi. Prima di formare
i canederli ho aggiunto un altro mezzo cucchiaio abbondante di farina
perche' il pastrocchio era un po' troppo umido ed avevo paura che si
sfaldasse durante la cottura. Ad ogni buon conto, prima di cuocere i
canederli, ho provato a farne uno ed a metterlo nel brodo. Visto che
reggeva, ho fatto gli altri (delle dimensioni di una polpetta, piu' o meno)
e li ho fatti cuocere per un quarto d'ora. Ah, a proposito: i canederli
quando cuociono si gonfiano tantissimo. La prossima volta li faro' piu'
piccoli...

Questo e' quanto. Li abbiamo mangiati in brodo, ben cosparsi di parmigiano
grattuggiato. E' avanzato tantissimo brodo, che ho utilizzato l'indomani
(cioe' ieri) per un bel risottino ai funghi.

Ciao.
--

--AG
El trabajo es salud. Entonces que trabajen los enfermos