[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Grazie, di domenica pomeriggio...




"gennarino"

> Esplichescion, pliz... che gia' mi vedo dar fuoco alla cucina!!!
:-((

Il *vero uovo di Colombo*.
Ho seguito il suggerimento di un po' di tempo fa di  Mariuccia
che, riportando una ricetta di uno zio sardo per cuocere il
maialino al forno, consigliava di adagiarlo su di un letto di
"sterpaglia" composta da rametti (compresa la parte legnosa) di
rosmarino/salvia/alloro/prezzemolo, insomma, credo che poi ognuno
ci possa mettere quello che vuole, che si adatti a cio' che sta
cucinando. L'importante e'  fare un bel lettone spesso per la
"bestia" da infilare nel forno. Poi ci ho sparso sopra (sempre al
lettone) delle fettine di aglio e ci ho adagiato la carne. Forno a
manetta. Bella rosolata da un lato, poi giro della bestia e
rosolata dall'altro, sempre come da indicazioni. Spruzzata di
brandy, abbassamento della temperatura e lasciato cuocere
dolcemente il tutto. Non c'e' bisogno di toccarlo piu'. Il letto
separa la carne dal fondo del tegame e le impedisce di attaccarsi.
L'eventuale grasso cola al di sotto della sterpaglia. La carne
rimane croccante fuori e morbida dentro, mentre il letto
appassisce pian piano, riempiendo la casa di  un profumo..... E'
venuto perfetto!
(Grazie, Mariuccia!!!)
Questo sistema non lo mollo piu'.
Mi viene in mente anche  che puo' essere indicatissimo per le
diete.... Una cucina senza grassi e con un profumo inebriante ...
Ovvio che ogni riferimento all'Aldez  NON e' puramente casuale....
Aldooooooo... questa la DEVI provare! (Mica e' obbligatorio
cuocerci del maiale, penso che anche un pollo, per esempio,  non
si offenderebbe...)

--
Ma~