[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

GNAM: Minestrone di fagioli con pesto



Ciao a tutti!

Sono tornato da due settimane full-immersion nella configurazione del nuovo PC
(finalmente suona!), della correzione degli esami e in piena convalescenza da
una supercruenta estrazione di dente del giudizio (6 punti). Avevo promesso di
chiedere a mia madre come fa il minestrone col pesto, quello da mangiare
freddo... ecco qui la ricetta. Mia madre lo chiama minestrone ligure, ed è una
variazione di uno che ha imparato a fare a Pegli. Poi darò la ricetta
originale, ora vi dico come lo fa mamma... io non ho ancora provato ma ci
proverò. Ricetta spannometrica, ovviamente. La lista di ingredienti non ho
voglia di scriverla, li scoprirete leggendo. 

Allora. Respirone. Mamma Mirella fa esattamente così:  

* fa un soffritto di pancetta tritata fina in olio in un pentolone;
* aggiunge: cipolla, sedano, carote, in parte tritati fini ed in parte a 
  pezzettoni;
* subito aggiunge: 2 piccole zucchine (magari coi fiori), 2 pomodori piccoli 
  sodi ma maturi, 2 patate piccole, tutte a pezzettoni;
* fa soffriggere a gusto. 
* Aggiunge acqua abbondante (fredda), 2 foglie di bietola e 2 foglie di cavolo
  (se vi piacciono. Mio padre le odiava, quindi niet)
* A questo punto mette i fagioli freschi (1/2 kg per 4 persone) a bollire in
  un pentolino piccolo, con poca acqua e un bel pezzo di lardo. Se i fagioli
  non sono freschi, vanno fatti ammollare. Mamma usava i borlotti, ma siamo
  in un paese libero... 
* Appena il pentolone bolle, butta i fagioli acqua e tutto nel pentolone; 
* Quando la verdura/legumi è quasi fatta, ne pesca un pò (1/3, la metà,
  tutta a seconda dei gusti), la passa al passaverdura e la riaggiunge;
* getta la pasta (mezzi ditali) o il riso (previamente lavato e ammollato un
  paio di minuti, dice mamma... ouch); 
* intanto che cuoce la pasta, prepara un simil-pesto: pesta (beh, lei trita
  con la mezzaluna, ma questa è un'altra storia...) con uno spicchio d'aglio, 
  tanto basilico, olio. Niente pinoli. Formaggio se vi va. Mamma mette anche
  (ma solo per il minestrone, eh) un pizzico di prezzemolo. 
* A pasta o riso cotta (lasciali al dente se la vuoi mangiare fredda)
  aggiunge el pesto e toglie dal fuoco. 
  
Se lo lasci raffreddare bene e poi lo metti in frigo già nei piatti, e lo
tiri fuori una mezz'ora prima di mangiarlo, fa una specie di crosticina 
scura sopra... yummm... 

Ok, la versiona della signora di Pegli era senza soffritto; metteva la
verdura a pezzettoni tutta insieme nell'acqua fredda, meno i pomodori; 
alla fine, oltre al pesto, preparava una specie di sughetto con i due
pomodori, pancetta, olio e cipolla, e a fagioli cotti aggiungeva sia il
sughetto che il "pesto". 

Buon appetito!


-- 
Romano Giannetti                Univ. Pontificia Comillas (Madrid, Spagna)
IHC Memories: http://www.ilmac.net/romano/