[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Richiesta: trippa di Moncalieri



Alice Twain <alicetwain@softhome.net> wrote


> Rendere pubblica la ricetta?

La ricetta di questo "salame di trippa" è in realtà piuttosto semplice.
Se non hai la possibilità di procurartela direttamente a moncalieri o a
torino, l'assemblaggio della trippa in questione può essere effettuato anche
in casa, con modalità simili a quelle della sopressata e del polpo pressato.
Si acchiappa del macellaio un certo quantitativo di trippa di stomaco già
cotta, quella piatta e non proprio bianca ma con strati alternati chiari e
scuri.
La si mette in pentola con poca acqua e si fa riscaldare. Poi si mette in un
contenitore cilindrico e si pressa, oppure si infila in un qualche manicotto
di stoffa (straccio, manica di vecchia camicia, ecc.) e si lega strettamente
pressando il contenuto.
Si schiaffa in frigorifero per un paio di giorni ed è pronta.

La morte della trippa di moncalieri è affettata, scaldata (solo scaldata,
non fritta) in padella con poco evo, e servita calda spruzzata di ulteriore
evo, un po' d'aceto, sale e abbondante pepe.
Può essere anche servita fredda in insalata.

P.