[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

giornata niente male (con ricette) - lungo (ma forse ne vale la pena :-))



Che giornata ragazzi!
Da un po' la mia vita  cosi' piena di avvenimenti, appuntamenti,
progetti, contrattempi, che vedo le cose sfuggirmi e non riesco a
stargli dietro...
Ho la bellezza di 1900 (e spiccioli) messaggi arretrati, alcuni li ho
sbirciati e vorrei partecipare alle discussioni prima che sia troppo
tardi... ad esempio volevo dire la mia riguardo il fatto che  come se
vi conoscessi personalmente, e parlo di voi proprio come se faceste
parte della mia vita di sempre.

Oggi ho un dente del giudizio di meno, e per distrarmi dal fastidio
che questa estrazione mi ha provocato, ho pensato bene di impegnarmi
in qualcosa di piacevole. Ne sono venuti fuori ben 61 (sessantuno)
ravioli :-b cosi' fatti:

Ho preparato la pasta sbattendo 6 uova e unendovi pian piano circa
600g di farina (forse anche un po' di piu': insomma quella che la
pasta decide di prendersi :-)) e qualche goccia di latte.
L'ho lasciata riposare un'oretta.

Nel frattempo ho preparato il ripieno: presi 750g di ricotta di
pecora, l'ho mescolata a un buon pizzico di sale, una grattatina (sul
momento, of course) di noce moscata, un uovo, e due belle manciatone
di parmigiano. Poi ho aggiunto circa 250g di spinaci spezzettati (a
crudo, yes! sono piu' buoni!).

Non avendo la pazienza e l'abilita' della nonnina 74enne che stende la
pasta con il matterello (ma poi perche' io non dovrei riuscirci visto
che stendo la pasta per la pizza da dio? la prossima volta ci provo
:-))) ho usato una stravecchissima macchinetta a manovella, facendo
delle strisce di pasta che ho tagliato in quadrotti di circa 8-10cm di
lato.
Al centro dei quadrotti ho messo un po' di ripieno, ho piegato a meta'
e fatto combaciare i lati, li ho schiacciati prima con le dita, poi
delicatamente (ma con decisione!) con i rebbi della forchetta (che fa
anche un bell'effetto geometrico), poi con la rondellina ho eliminato
la pasta in eccesso smussando gli angoli schiacciati.

Ho reimpastato i ritagli (non si fa? mia nonna dice di no, io lo
faccio :-b) e sono andata avanti fino a esaurimento della pasta, e
guarda caso era finito pure il ripieno, incredibile :-b

Man mano che preparavo i ravioli, li poggiavo su dei vassoi su cui
avevo sparso un po' di farina per polenta (a grana grossa), per non
farli attaccare. A gruppi di 15 li ho fatti stare nel freezer fino a
parziale indurimento, poi li ho imbustati nei sacchetti appositi e
rimessi in freezer.

Sono 61. Una porzione "umana"  da 8. Una da "magnoni"  da 10. Ed
essendo la mia famiglia composta di 5+1 magnoni (tra poco +2, pure mio
fratello s' fidanzato :-)) ci stanno giusti giusti per festeggiare il
compleanno di mia sorella Marlene, domenica prossima :-)

Pero' mi frulla ancora qualcosa in testa... sara' che al super m'hanno
rifilato ben 1.5 kg di ricotta e ora con i restanti 750g non so che
farci, sara' che sul libro di ricette di sole paste che m'hanno
regalato (ben 1300 ricette! e sapeste che dicono su carbonara e
amatriciana :-)) ho letto di ravioli con ricotta e pesto di olive
nere, che sapete che vi dico?
Domani faccio un secondo round: impasto altre 6 uova, prendo la
restante ricotta e ci mescolo qualche cucchiaiata di pate' di olive
nere (la quantita' la decidero' a occhio e a lingua, cio dal colore e
dal sapore :-b)
Poi vi faro' sapere come sono.... come condimento direi che solo il
burro permettera' di gustare appieno il... ripieno (hihihi). Invece
per i ravioli di ricotta e spinaci direi che ci sta bene un sughettino
semplice oppure un raguttino.... devo ancora decidere.

Va be', io avrei finito qui...  mezzanotte passata e non ho ancora
sonno, il dente (che non c' pi) non da' quasi piu' fastidio... pero'
vorrei raccontarvi del polpettone che ho fatto la scorsa settimana!

Ve lo racconto? Ma sssiiiiiiiiiiiiiiiii!!! E' un mio piccolo successo
personale, un convivio di 11 persone all'unanimita' ha gradito e fatto
i complimenti (tra queste c'era la figlia dei proprietari di un noto
ristorante in zona prati-balduina :-))!!!

Ero invitata a casa di amici per una cenetta in cui ognuno prepara
qualcosa e io ho deciso (per una volta tanto) di non portare il dolce
e di cimentarmi in un secondo con contorno.
Avevo pensato a delle polpettine di manzo e maiale tritati, in bianco,
e per contorno dei funghi trifolati.

Ho quindi preso dal macellaio circa 1.2 kg di macinato di questi due
tipi di carne. Ho mescolato al macinato un uovo, sale, uno spicchio
d'aglio tritato, abbondante parmigiano, pangrattato, e ho iniziato a
fare le polpettine, che poi avrei passato nella farina, avrei fritto
una a una leggermente e avrei messe tutte assieme in una casseruola
con un po' d'acqua, dado e qualche odorino del momento.
Avrei... avrei... alla decima polpettina la mappazza di macinato mi
guardava quasi intatta, della serie "non finisce piu'"... allora ho
preso la mappazza, le polpettine gia' formate (ma non fritte, ovvio) e
ne ho fatto un salamone di forma abbastanza regolare, che ho adagiato
*delicatamente* in un tegame dove avevo messo qualche cucchiaio d'olio
a scaldare. Ho fatto soffriggere un lato, ho voltato *ancora piu'
delicatamente* e fatto soffriggere dall'altro, poi ho aggiunto un paio
di bicchierozzi di acqua e un paio di dadi.
Ho fatto sobbollire il tegame, coperto, piano piano per un'oretta e
mezza, girando ogni tanto il salamotto.

Nel frattempo i giochi erano appena iniziati: avete presente 2kg di
champignon piccoli che ti guardano in attesa di essere puliti e
tagliati? Io ora ce l'ho presente e MAI PIU' cucinero' tutti assieme
2kg di champignon... piccoli, per giunta! Ah ma se pizzico il
fruttivendolo che m'ha convinta a comprarli :-)
Dopo un'ora e mezza finalmente riuscivo a cuocere i funghetti e
inscatolavo il tutto in un contenitore di alluminio, sigillando per
benino.
Anche il polpettone era pronto ma bollente, non potevo travasarlo per
cui ho sigillato il tegame non appena il suo calore me lo aveva
permesso.
Ed ora viene il bello! Mettiamo tutto questo ben di dio in macchina e
ci rechiamo alla fiera di Roma, a vedere Natale oggi: un paio di volte
ci fermiamo per strada convinti di aver versato tutto il polpettone
nel bagagliaio, ma erano solo profumini, per fortuna.

La fiera era carina, ovviamente io e Federico abbiamo gradito piu' il
reparto gastronomia di tutto il resto, uscendo di li' con un paccone
di amaretti (lui) e una sleppona di ciauscolo (IO). Da qui si evince
la nostra complementarita' in fatto di gusti alimentari :-)))

Arrivati dall'amico la mia unica preoccupazione era di riuscire a
tagliare il polpettone in fette regolari, cosa che vedevo alquanto
improbabile perche' la carognetta, in tutti i giretti che si era fatto
nella macchinina, non si era freddato completamente...
Eppure, eppure... piano piano ma ce l'ho fatta! Fette tagliate in modo
perfetto! Un miracolo (il tagliare il polpettone) nel miracolo (il
prepararlo) ;-)

Il resto -come disse qualcuno-  storia :-)

Basta la faccio finita! E' tardissimo e domani voglio fare il secondo
round di ravioli! La domanda : ne usciranno sempre 61?
Si accettano scommesse :-)
Ma come sono spiritosa stasera... eppure ho usato gli spinaci, mica il
radicchio :-) mah!

Buonanotte e un caro abbraccio a tutto il niusgruppo :-)
--
Consy
http://web.tiscalinet.it/consy
--> chi usa outlook avvelena anche te: digli di smettere <--