[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

GNAM: Polenta e tapulon (Piemonte)



E dai, facciamoci del bene, e continuiamo con la cucina
piemontese. Un piatto che si fa quando avanza la polenta.


per 4:

otto fette di polenta avanzata
burro
un poco di olio e.v.
parmigiano grattugiato


per il tapulon:

aglio (due spicchioni lasciati a bagno nel latte)
un bel cavolo verza tagliato a striscie sottili
50 gr di lardo d'Arnad tritato
parecchio rosmarino
timo
sale
pepe
mezzo kg di polpa di manzo tritata
(una volta si usava carne equina)
un paio di cucchiai di salame cotto tritato


In un tegamone di coccio dai bordi alti.
Far soffriggere un battuto d'aglio, lardo e rosmarino.
Quando il soffritto č biondo, č il momento della verza.
Dopo qualche minuto, avendo cura di mescolare bene,
aggiungere la carne ed il salame, salare e pepare molto
e far colorire. Aggiungere un bicchiere (o due) di Dolcetto,
coprire e far cuocere a fuoco medio basso per un'oretta,
bagnando con brodo bollente (di carne), se "asciuga" troppo.
Quando pronto, friggere in un padellone le fette di polenta,
con burro e olio, metterle nei piatti, ricoprirle di pepe e
parmigiano ed aggiungere sopra il tapulon.

Vini rossi piemontesi, come di prammatica.

joaquim

( e con questa finisco la trilogia piemontese
cioč : carne cruda, funghi e quest'ultima).
Lo so, sono un po' maniaco, ma l'infanzia
a Torino mi ha segnato, il gusto che si sviluppa
da bambini rimane come un imprinting per tutta
la vita....






--
Posted from mail1.galactica.it [212.41.208.18] (may be forged) 
via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG