[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

gnam ravioloni di Natale



Ciao a tutti, vi voglio mandare la ricetta dei ravioloni allo stufato che si
faceva a Natale a casa mia e talvolta faccio ancora, come farò per il
prossimo Natale. Era una ricetta di mia mamma,  da noi si faceva solo a
Natale (quando ero bambina le occasioni di mangiare bene erano poche) , i
preparativi iniziano almeno tre giorni e coinvolgevano tutti: allora il
pranzo di Natale era un'occasione di riunirsi numerosi, si invitavano  anche
gli amici soli, si era almeno in 15 persone.

Ingredienti, facciamo per 8 invitati:

1 kg e mezzo di polpa di vitellone (io normalmente la carne la compro nelle
Langhe, da un bravissimo macellaio di un paese dove abbiamo casa, carne
sicurissima), carote, sedano (tanto), cipolla (tanta) chiodi di garofano,
noce moscata , rosmarino, aglio, sale, pepe, almeno  una bottiglia di vino
rosso vecchio (io uso un barbera invecchiato),  2 o 3 uova,  parmigiano ,
olio.

Procedimento:

Mettere la carne in infusione nel vino con tutte le verdure e le spezie per
almeno due giorni, poi cuocerla come stufato ,per chi non lo ricordasse, in
una grossa padella far scaldare, solo scaldare, olio e burro, mettere la
carne e le verdure, quando la carne comincia a prendere colore, evitando  di
friggerla, aggiungere il vino, se necessario del brodo, il sugo di cottura
deve essere abbondante e abbastanza liquido,  e cuocere il tutto a fuoco
bassissimo, la cottura può durare per 5-6 ore. Una volta cotta, passare la
carne e la verdura in un tritacarne, lasciando un po' di verdura e tutto il
sugo da parte. Aggiungere al composto le uova, un sale e pepe e una bella
manciata di parmigiano, più abbondante che non.

Fare la sfoglia, almeno 8-9  uova per chilo di farina, e iniziare il lungo
lavoro di fare i ravioli, mi raccomando,  non devono essere troppo piccoli.
Come condimento, passare nel tritatutto le verdure avanzate, unire il
liquido di cottura, aggiungere burro e tanto, tanto parmigiano, se piace una
grattata di pepe e.. buon appetito.

Il ricordo del tavolo ricoperto da una grande tovaglia a quadrotti bianchi e
rossi, non so perchè, ma la si usava solo per quello, su cui si mettevano ad
asciugare i ravioloni,  mi riempie ancora di nostalgia...

Ciao, Girasole

PS: mi sono accorta di essere stata abbastanza imprecisa su alcune dosi, ma
le quantità delle verdure, per esempio, vanno decise al momento, meglio
lasciare la decisione del momento al cuoco/a