[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

GNAM: Shortbread (Was: Buon Compleanno, Marco Cucinato)



On Wed, 28 Feb 2001 10:53:59 GMT, "Bruna" <bpezzoni@iol.it> wrote:

>la ricetta per favore... visto che non era buono vorei provare a rifarlo

125 g farina
60 g amido di riso o maizena
125 g burro
60 g zucchero
essenza di vaniglia o di mandorle (a piacere)

Innanzitutto, unire tutti i solidi, setacciando le farine.
Aggiungere il burro a fiocchetti e l'essenza, impastando con la punta
delle dita o, meglio, con due coltelli. Il segreto e' non far scaldare
il burro che, liquefacendosi, intriderebbe troppo la farina. 
A questo punto raccogliere l'impasto, premendolo bene: all'inizio e'
difficoltoso, in quanto si sfarina in continuazione; dopo un minuto,
comunque, e' possibile formare una palla. Non aggiungere acqua per
consolidare la massa.
Io metto il tutto in frigo o in freezer per qualche minuto, in modo
che il burro si raffreddi nuovamente.
Ora, stendere l'impasto nella forma preferita, sforacchiarlo con una
forchetta e inciderlo; io lo stendo a rettangolo, quindi lo incido per
formare delle barrette di 1-1.5 cm per 15 cm. Si puo' anche stendere a
cerchio e inciderlo a spicchi. L'incisione serve per tagliarlo meglio
quando lo si sforna, in quanto da caldo lo shortbread e'
incredibilemnte fragile.
Infornare a 180C per 20-30 min. 
Una volta sfornato, tagliare subito seguendo le incisioni e lasciare
raffreddare.
Come avrete notato, manca il fatidico pizzico di sale. Chi vuole puo'
metterlo, ma io lo preferisco cosi', in quanto il sale tende ad
amplificare il sapore dello zucchero, mentre a me piace di piu' il
profumo del burro.

Ciao!


-- 
Marco Cucinato
Via Giovio 32
I-22040 Alzate Brianza (CO)
Italy
+39-031.630.330