[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[GNAM] [REPOST] La crudaiola di un certo signor Marino Zugna



Ah, bei tempi quando ancora non lurkavo nemmeno (ma per
poco!!!). Domani sera la faccio per quattro, ma non con le
dosi di roba proposte da Marinetto, che anche all'epoc
generarono un certo "clamore" (thread con RoDante, Gennarino e
Carlotta). 

Alice

> From: Marino Zugna (marzugna@tin.it)
>  Subject: * La Crudaiola 
>  Newsgroups: it.hobby.cucina
>  Date: 1998/07/18 
> 
> 
> Sentite un po' questa,
> una decina di anni fa', navigavo nei mari Greci "Cicladi"
> con un due alberi da 23 metri, non fraintendete, facevo il
> cuoco, cameriere, marinaio, velista e motorista, insomma
> tutto quello che c'era da fare su una barca e per giunta
> pagato una miseria da un armatore supermiliardario; "pero'
> nella vita tutto serve ad aumentare il bagaglio delle
> esperienze personali", ad un certo punto della crociera, un
> ospite che bonariamente veniva chiamato "il Professore",
> propose un piatto che da allora e' rimasto una costante
> nella mia "dieta" estiva e non solo, ve lo propongo.
> 
> La Crudaiola:
> Ingredienti x 4 persone
> 
> 1 kg. di pomodori maturi ma molto sodi,
> 1 testa d'aglio,
> 1/2 peperone giallo
> un cespo di prezzemolo,
> una cipolla bianca o rossa di media grandezza,
> TANTISSIMO basilico,
> 100 g. di olive Calamata,
> un pugno di capperi,
> 250 g. di mozzarella possibilmente di bufala,
> 2 peperoncini,
> sale,
> olio extravergine
> P. Reggiano a volonta'
> 1/2 kg. di bucatini.
> 
> Preparazione:
> Tagliate i pomori a pezzettoni, poneteli in una terrina
> capiente, salateli moderatamente, schiacciate gli spicchi
> d'aglio, pelateli ed aggiungeteli ai pomodori, tagliate il
> 1/2 peperone a dadini, il prezzemolo tritato, la cipolla
> tagliata a dadini, le olive disossate e ridotte a quarti, i
> capperi, la mozzarella fatta a dadini, i peperoncini privati
> dei semi e sminuzzati ed il basilico a ciuffi interi,
> aggiustate di sale se vi sembra "attenzione al sale", a
> questo punto aggiungete l'olio xtravergine,1/4 di litro
> circa e lasciate riposare il tutto a temperatura ambiente,
> intanto che l'acqua bolle "salatela", gratugiate il
> formaggio e tenetelo pronto a parte, OK, buttiamo la pasta,
> e quando e' al dente scoliamola e versiamola velocemente
> nella nostra terrina, mescoliamo il tutto energicamente
> facendo in maniera che la mozzarella fonda e  aggiungendo il 
> formaggio, a questo punto i profumi che si sprigioneranno da
> questo piatto saranno tali, che vi lascio immagginare che
> fine faranno i 500 g. di pasta che vi accingerete a
> mangiare. p.s. nel momento in cui vi propongo la ricetta
> Sandra (mia moglie), ha messo a riposo in una terrina tutto
> il ben didddio che vi ho appena accennato. p.p.s. il piatto
> si puo' mangiare anche freddo, e' buono ugualmente, ma 
> secondo me' non e' la stessa cosa, perche viene meno la
> fragranza del basilico, il che non e' poco. Oltre a cio',
> penso sia un piatto che si adatti a decine di varianti.
> 
> Chiedo anticipatamente scusa per eventuali errori di
> ortografia e di sintassi.
> 
> Ciaoo!!! :-)))
> 
> Marinetto


-- 
Due corpi si attraggono con un’intensità pari all’inversione
di tendenza del quadrato della recchia del corpo che sta
girato di spalle e acalato in avanti.

www.cerchio.net/f451/