[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: QUESTO e' il thread delle insalate (regolamento all'interno)



L'insalata dei coraggiosi
(a mamma Pina)

Perche' io cucino ? Oltreche' per nutrirmi, intendo. Stringi stringi,
l'unica cosa che mi importa veramente dell'atto di cucinare e' la
memoria. Cucino per ricordare, cucino per materializzare presenze. Una
ricetta speciale per ognuna delle persone che, per breve o per lungo
tempo, non ha importanza, sono state per me speciali. 
Questa insalata mi e' stata insegnata: da chi e quando ha poca
importanza, se non per me. Al contrario dei momenti passati assieme,
la ricetta e' replicabile a piacere. Non e' un' ombra, che presuppone
una presenza. Spesso la presenza non c'e', non ci puo' essere per
quanto fortemente lo si voglia. Rimane l'ombra. E l'insalata dei
coraggiosi, per aiutarsi a ricordare.

Del pollo, il petto rappresenta l'ombra. Oppure l'anima, se siete
sensibili a questo. Smontato, niente lo ricollega all'uccello
originario. Pulito, assomiglia piu' a un pesce che a un volatile.
Mamma Pina lo lessa, in poco brodo vegetale di sedano carota e cipolla
- questa steccata con quattro chiodi di garofano - mazzetto guarnito,
mezzo bicchiere di vino bianco, acqua. Niente sale, niente coperchio.
Lo lessa per una ventina di minuti, poi lo lascia raffreddare nel suo
brodo. Nel frattempo prepara una maionese di un uovo, aggiunge un
cucchiaino di curry e la diluisce con dello yogurt. Il pollo, ormai
freddo, va sfibrato a mano, con pazienza, in modo da ottenere dei
filamenti lunghi e sottili. Se non avete pazienza potete anche
affettarlo in piccoli pezzi, ma sarebbe un modo poco elegante di
sbarazzarsi cosi', con fretta e indifferenza, dell'idea dell'ombra del
pollo. Meglio ridurlo alla consistenza impalpabile dei sogni e delle
ombre. Una volta che tutto il petto e' stato ridotto in filamenti,
mamma Pina lo condisce con la maionese al curry, aggiunge della mela
verde sbucciata e tagliata a piccoli cubetti e una banana non troppo
matura, tagliata a fettine. Mescola delicatamente e lo serve
circondato da una nuvola di insalata verde, tagliata fina, un po'
amarognola. Qualche chicco di ribes rosso qua e la', come gemme cadute
direttamente dal cielo, oppure gocce di sangue, addirittura.

Ah, quasi dimenticavo: perche' "insalata dei coraggiosi" ?
Perche' ci vuole coraggio a mettersi in gioco, a qualunque eta'.
E perche' ci vuole coraggio a mollare l'ancora e veleggiar via, per
ricominciare.
A qualunque eta'. Buon viaggio.

Nota: mamma Pina l'insalata non la fa esattamente cosi', e forse non
ci  fa neanche tutti 'sti pensieri sopra, chissa'.  Ma del resto, non
succede cosi' anche al di fuori della cucina ? Voglio dire, l'immagine
che uno ha di una persona e' frutto dei propri filtri, delle proprie
interpretazioni. Non e' mai la realta'. Perche' la realta' e' una
finzione. Cosi' almeno ho sentito dire.

ponz


BUROCRAZIE DA CONCORSO:

Ingredienti
1) Petto di pollo (ingrediente non vegetale e ingrediente cotto)
2) Mela
3) Una banana
4) Insalata verde amarognola - oppure indivia belga, per un piatto
decisamente virato al chiaro

Condimento
1) 1 tuorlo d'uovo per la mayonese
2) 4 cucchiai di yogurt intero
3) 1 cucchiaino di curry
4) qualche goccia di limone

olio e sale presenti ma fuori concorso, cosi' pure il ribes rosso,
usato solo per decorazione
mi pare che ci siamo, no ? notaio, confermi ?

--
aldo aka Chef Bojafauss
membro onorario del Cous Cous Clan
ordinato sulla strada di Rivoli da Chef Kumale'
Gran Maestro del Fornello da Campo